Curarsi con l’acqua in modo naturale è possibile alle Terme di Chianciano con le cure idropiniche che sfruttano le proprietà delle acque termali e consistono nell’assunzione giornaliera, secondo prescrizione medica, di Acqua Santa o Acqua Fucoli.

L’Acqua Santa, che deve essere assunta a digiuno, agisce su tre livelli: vie biliari, circolo entero-epatico degli acidi biliari e sulla cellula epatica. L’Acqua Santa stimola la produzione di bile, provoca la contrazione e lo svuotamento della cistifellea ed il passaggio della bile nell’intestino attraverso le vie biliari, è quindi consigliata per dispepsia di origine gastroenterica o biliare, sindrome dell’intestino irritabile con stipsi, la discinesia delle vie biliari con dispepsia, gastroduodenite cronica e colecistite cronica alitiasica con dispepsia.

La cura, che è consigliato svolgere per almeno 12 giorni, può limitarsi alla sola acqua da bere a digiuno o può essere integrata da bagni e fanghi della regione epatica (fangobalneoidroterapia) che attiva un’ azione antispastica e decongestionante.
La terapia completata dal bagno carbogassoso in acqua Sillene che agisce attivando la vaso costrizione dei visceri e la vaso dilatazione nella zona epatica e sistemica.

Queste cure sono convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale e i pazienti partecipano alla spesa con il solo pagamento del ticket (eccetto le categorie esenti).

Per tutte le informazioni più dettagliate potete contattare il numero 848800243 o visitare la pagina: https://www.termechianciano.it/cure-termali/cure-idropiniche/

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on reddit
Share on skype
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Altri articoli

Super Green Pass

Terme di Chianciano si uniscono a “Insieme oltre il Covid” del Gemelli.

BONUS TERME

Effetti benefici dell’ananas: frutta fresca alle terme

Cure Idropiniche Terme in Toscana

Acque Termali Caratteristiche

Torna su