Salute

Chianciano Terme e il Policlinico Gemelli: prosegue il progetto per la cura del Long Covid e Post Covid alle Terme di Chianciano, mentre viene prorogato il Bonus Terme

215d02c3 c3a3 4179 8f7c aa2e107553c7

Dopo il meeting operativo del Novembre 2021 tra Policlinico Gemelli di Roma e le Terme di Chianciano, Massimo Caputi, azionista di controllo di Terme di Chianciano con Terme Italia, racconta le nuove fasi di approfondimento: “Il post Covid con 5 milioni di contagiati e’ ormai un problema nazionale grave.  E’ ormai noto che i disagi da Long Covid si possono manifestare in molti modi, più o meno pesanti, e le persone, informandosi, hanno riscontrato una grande speranza nei concetti espressi dal Professor Gasbarrini, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Medicina Interna del Policlinico Gemelli a novembre”.

Ricordiamo che in occasione dell’incontro sul Long Covid, il Professor Gasbarrini aveva dichiarato: “La riabilitazione termale nel post Covid può contribuire al benessere generale attraverso un’alimentazione sana secondo una modalità educativa dedicata ai principi della dieta a km zero e della biodinamica”, proprio in riferimento all’apporto e alle particolarità delle acque di Chianciano Terme. Anche l’Inail ha incluso le Terme nei centri di riabilitazione post Covid per i suoi assistiti.

In virtù del prolungamento della possibilità di utilizzare il BONUS TERME, grazie al Decreto Milleproroghe della fine di gennaio, sarà possibile adesso per tante persone che hanno contratto il virus anche in forma leggera, e che avevano diritto al Bonus Terme, utilizzare il voucher anche in quest’ottica, ovvero per combattere quella che si definisce la “Sindrome Post Covid-19 proprio a Chianciano Terme, che oltre ai vantaggi del Bonus , consente anche di fruire delle convenzioni di medicina e termalismo SSN.

Importante anche la sottolineatura del Professor Francesco Landi Direttore Uoc di Medicina Interna Geriatrica Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS – Nuovo Day hospital Post Covid: “I centri termali possono contribuire sicuramente nella strategia terapeutica post Covid migliorando la sintomatologia, lo stress, l’infiammazione ed i disturbi gastrointestinali, insieme ad una sana alimentazione e all’esercizio fisico”.

Per i sintomi del Long Covid legati ai dolori osteo-artro-muscolari, ad esempio, è risolutiva l’idrokinesiterapia, tecnica fisioterapica che nel caso di Chianciano Terme utilizza l’acqua termale Sillene come strumento terapeutico per attivare i processi metabolici, migliorare i movimenti muscolari e ridurre il dolore: le sedute di ginnastica effettuate in acqua termale, tra gli altri trattamenti, acquistano un decisivo valore aggiunto.

L’auspicio è che sempre più persone ricorrano alle terapie termali nella ricerca di un equilibrio e di una salute duratura, anche combattendo gli effetti spesso prolungati e devastanti del Covid-19

Potrebbe interessarti anche…

TDC Its Summer Time 1200 x 627 1 e1717773904100

Terme di Chianciano: It’s Summertime!

  Con l’arrivo dell’estate cresce il desiderio di rilassarsi e rigenerarsi. Con l’arrivo del caldo, le terme sono la destinazione perfetta per chi cerca un’oasi di benessere immersa nella natura.…
Leggi di più