0578 68501 Ufficio Booking (tutti i giorni 9-19)
NEWS
Chianciano Terme è il Paese di Babbo natale

Chianciano Terme è il Paese di Babbo natale

pubblicato il10/11/2015 07:59:24 sezione "News"

Ha aperto il 6 novembre il Paese di Babbo Natale, una operazione che il Sindaco Marchetti definisce straordinaria. Dopo l’edizione zero del 2014 nel parco di S.Elena, quest’anno fino al 27 dicembre la Casa di Babbo Natale trova posto su due piani del Grand Hotel, l’albergo vintage di solito chiuso che ospitò tanti anni Federico Fellini. Encomiabile il lavoro volontario della pro loco rappresentata in conferenza stampa da Barbini e Lombardelli. Molte le novità. Oltre all’albergo trasformato in casa di Babbo Natale, il parco attiguo ospita le casette espositive delle aziende che hanno scelto di vendere lì i loro prodotti e sono addirittura 32 quest’anno i piccoli chalet fra cui quello di Terme di Chianciano che propone in vendita acque termali, cosmetici e biglietteria. Del resto, acquistando il pacchetto per dormire negli hotels termali (questo Natale ne rimangono aperti ben 30) si ha anche il diritto di portare in piscina Theia gratis I bambini sotto i 12 anni. Ma ci sono altre novità. Proprio di fronte, in Piazza Italia trova spazio fino al sei gennaio la pista di pattinaggio sul ghiaccio al costo di 5 euro l’ora ed altre zone della città si animano in chiave infantile: nei parcheggi delle Terme arriva la pista di go kart da 1000 metri quadri per tutte le età e al Parco Fucoli ecco dal 22 novembre fino a marzo i dinosauri giganti, meta ideale delle gite scolastiche; mentre il termalino si trasforma in treno invernale. Tutto questo nel week end, venerdì sabato e domenica, per l’Immacolata e nei giorni della vigilia. Il biglietto di otto euro (dimezzato per i chiancianesi, non pagano disabili e bimbi sotto i due anni) si paga per accedere ai locali dell’hotel con tutte le animazioni all’interno, compresi i laboratori per bimbi, mentre l’accesso al parco è libero. Deus ex machine dell’ambiziosa operazione Paolo Grossi di Music Staff che racconta “Ci sono volute 36 mila viti per gli allestimenti”. Dopo il boom delle 15 mila presenze 2014, nel 2015 si punta a raggiungere traguardi ben più consistenti. Nelle sale del Grand Hotel ci sono renne, elfi e folletti con la fabbrica dei giocattoli, caramelle giganti, i lettini e la cucina degli Elfi, la zona ghiacciata con igloo e animali polari. Ogni stanza dell’hotel (già bella e Disneyana, come ha detto il Sindaco, con stucchi e lampadari retrò) riproduce un magico contest ed in alcune, si svolgono laboratori e performance.




Condividi nei social network   

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

Leggi articoli simili

ACQUA SANTA DI CHIANCIANO TERME

Curarsi in modo naturale