0578 68501 Ufficio Booking (tutti i giorni 9-19)
NEWS

"DIAMANTE DI ACQUE"

Così è nata la poesia di Enzo Tafuri dedicata alle Terme di Chianciano

pubblicato il24/10/2014 09:24:03 sezione "News"

di Angela Betti

Dottor Tafuri, ci racconti di come è nata la sua passione per Chianciano e per le sue Terme…

Ho conosciuto Chianciano nel lontano 1971, il mio primo fratello, ora scomparso, con la moglie era alle terme proveniente da Trieste.
Per comodità di distanza e per vederci ho raggiunto Chianciano un po’ a malincuore perché pensavo che il sito fosse adatto all’età matura, quindi noioso.
Ero giovane, con la Maserati Biturbo. Mi sorprese il parco macchine degli ospiti, Ferrari rombanti, fuoriserie, eleganza, stile, vivacità, fascino e serenità del meraviglioso circondario.
Un salto in una cultura selettiva e garbata nel riposo rilassante.
Da allora ogni anno fuggo dal ritmo confuso e corro nella mia oasi di pensiero.
Lei che nelle sue opere si ispira alla natura ed all’architettura dei luoghi, ha scritto ad esempio di Piazza Italia, ha dedicato qualche verso anche alle acque ed alle fonti termali o ai Parchi?

Scrivo poesie e racconti in maniera professionale da circa dieci anni, sono stato e resto imprenditore edile. La poesia ormai mi ha preso nelle molteplici sfumature del dialogo civile e naturalistico.
“Piazza Italia”, e la prima poesia “Chianciano”, cuore pulsante della città ha captato la mia sensibilità e ho voluto lasciare traccia e memorie.
I parchi, le terme, pianeta di umanità variegata, ho scritto negli anni versi di getto che ora riemergono con la poesia attuale “Diamante di acque”.
Lei è pluripremiato, possiamo chiederle cosa sta preparando in questo momento? Ha progetti editoriali?

Aspetto l’anno nuovo per dedicarmi alla nuova pubblicazione, la terza.
A breve racconterò in una sintesi editoriale la mia parentesi di vita con Maria Luisa Spaziani, amore letterario in una sublime memoria culturale.
La vedremo anche in televisione?

La televisione, passerella rara per la poesia. Forse a breve con Marzullo o Ennio Cavalli, ma si è certi quando vieni registrato.
Per ciò che riguarda la sua vacanza cura nella amata Chianciano, ha già previsto il periodo nel 2015?

A Chianciano vorrei venire con più frequenza. Mi manca.
Di solito trascorro il mio soggiorno nel periodo giugno-settembre.
Ci parli del Premio letterario “Costa di Amalfi”edizione 2015.

Premio Albori, anni di impegno, nel mio villaggio remoto tra i borghi più belli d’Italia.
Ora è prematuro, di solito selezioniamo gli artisti di maggior successo delle edizioni Mondadori.

Diamante di Acque
(Alle Terme di Chianciano)

Avvenne l’impatto cosmico nella genesi di natura.
Terre, mari, oceani, gocce termali, tepore di seni.
Paesaggio scritto con l’acqua, Chianciano adorna
colline come onde di carezze.
Diamante di rugiada, geometriche sfaccettature
filtrano riflessi.
Sipario fantastico, l’acqua Santa, parco sereno
nell’oasi di pensiero, la vita lenta fugge al tramonto,
note vibranti,voci, bisbigli.
Le parole si abbeverano al balsamico vigore.
Fragori dai confini del cielo, terme sensoriali
al brio di giovinezza.
Spruzzi argentati nelle vele del tempo.
Culto dell’animo, la piramide avvolge l’estasi
della mente come un sogno sereno.
Un guizzo di luce, flash dorato, universo di
colori, fulgore lontano.
Meandri di storia, terra d’Etruria.
Architetto remoto, Theia divina, abbaglia la
liquida aia nella voluttà sospesa .
Iride di sensualità, pastelli danzanti, tenui
leggeri.
Zampillano concerti di schiume, la cute morbida
nel delicato bacio di sabbia.
Sinuosa armonia, pietre e acque nel celeste
riflesso come petalo rubato al cielo.
Vietri Sul Mare lì, 14 ottobre 2014

Autore:
Vincenzo Tafuri




Condividi nei social network   

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

ACQUA FUCOLI AL PARCO ACQUA SANTA

Dal 18 Aprile inizia la stagione 2015